NONNO GEORGE, abbandonato perché vecchio e malato, cerca una nuova casa!

>> venerdì 16 luglio 2010

NAPOLI
George è stato trovato da una volontaria mentre era di ritorno a casa. Improvvisamente il suo cane si ferma ad annusare sotto il balcone di un piano rialzato all'interno del parco dove abita; si gira, lo richiama e vede che annusa un oggetto nero... da lontano pensa a un sacchetto dell'immondizia... si avvicina per riprenderlo al guinzaglio e si accorge con stupore che quello che credeva un sacchetto era un cagnolino acciambellato su se stesso. Si avvicina, ma lui non si muove, ha un'aria così stanca... il muso imbiancato dall'età, lo sguardo spento di chi sta lì ad aspettare il niente... senza forze! Chiama la Presidente del Rifugio, l'instancabile Melina, non la fa neanche finire di parlare che le dice "Portalo qui , che c'è anche la veterinaria lo facciamo visitare subito!" Ad una visita preliminare, oltre un evidente stato di astenia, la Vet riscontra subito la presenza di tumori delle ghiandole perianali epatoidi, già in fase di ulcerazione... nonché un dimorfismo testicolare che di sicuro preannuncia problemi alla prostata e che di sicuro è stato causa scatenante del problema! Gli viene subito fatto un prelievo, per controllare lo stato generico di salute, nonché un test lehismania per escludere altre patologie. Dovrà essere operato, una volta accertateci dello stato di salute; gli verrà asportato il tumore e verrà castrato per far in modo che la prostata rientri e non ci siano recidive ai tumori. Nonno George è di una dolcezza struggente, come è stato alloggiato nel box di prima accoglienza, si è accoccolato nella cuccia che gli abbiamo preparato, ha bevuto e mangiato pappa morbida (le crocchette non riesce a masticarle), dopodiché si è addormentato esausto! Non ha per niente l'aria di un cane randagio, troppo anziano ed incapace di gestire la strada da quello che abbiamo potuto appurare, quindi al 90% è stato abbandonato proprio perché malato, e forse perché il problema alla prostata gli fa perdere delle gocce di pipì mentre cammina (problema risolvibile con la castrazione a cui dovrà per ragioni di salute soprattutto essere sottoposto), ma evidentemente chi lo aveva prima non ha valutato la sua vita così di valore ed ha pensato bene di sbarazzarsi di lui! Ora Nonno George verrà operato, ma noi ci auspichiamo che il prima possibile per lui ci sia il piccolo miracolo di un'adozione del cuore... sì, è vero, George è anziano, ma non per questo meno degno di una vita migliore di quella che possiamo offrirgli noi!
21 gennaio 2010: Nonno George è stato operato e grazie a Dio l'intervento è andato bene. Già ieri il nonnetto chiedeva di mangiare, e ha divorato tutto con molto appetito. Ora davvero cerchiamo per lui una casetta e una persona speciale che lo sappia amare. George è davvero dolcissimo, affettuoso e coccolone, e nonostante sia stato sbattuto fuori di casa perché anziano e malato lui non ha smesso di credere nell'uomo. Diamogli una chance... adottare un nonnino è un'esperienza indimenticabile!
Nonno George si trova ospite presso il Rifugio La Fenice di Napoli gestito dall' Ass.ne A.d.l.a. Può essere adottato in tutta Italia, ove possibile lo portano i volontari. Per informazioni e adozione: Sonia 333.2092298 - rifugiolafenice@hotmail.it - http://www.adla-pets.com

1 commenti:

Fausto 15 luglio 2010 22:38  

inserito nel mio blog....povero piccolo.
Possibile che nessuno voglia adottare
un cane anziano????
Fausto

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP