[ADOTTATO] MUNCH: per lui la vita è un grido di dolore

>> domenica 30 maggio 2010

MILANO (ex BRESCIA) 
Ha trovato casa! Pare che adesso si chiami Ben, ma ciò che conta è Munch sia finalmente felice!

Giugno 2010: Munch è stato portato in una bellissima pensione a Paullo (MI), grazie all'Ass.ne "Una zampa per la vita". La sua espressione è talmente cambiata che hanno voluto cambiargli anche il nome, e ora si chiama Snoopy :) Per info: Marcella marcella.minervini@yahoo.it

Vecchio, sporco, non ama il contatto, ha paura, non conosce nulla... probabilmente la sua vita si riduce a questo, una prigionia che dura da sempre. Munch ha 11 anni di cui 10 trascorsi in canile! È difficile descrivere lo sguardo di questa creatura... ma crediamo che il suo nome e il famoso dipinto a cui si ispira possano darvi un'idea: «Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all'improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto ad un recinto. Sul fiordo neroazzurro e sulla città c'erano sangue e lingue di fuoco. I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora di paura... e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura.» Questa descrizione del pittore E. Munch dell'Urlo sembra il resoconto della prima passeggiata del nostro Munch, un cane profondamente infelice che non gioisce nemmeno della sgambata settimanale, non gioisce di nulla! Fissa l'orizzonte con gli occhi persi nel vuoto, senza realmente guardare nulla. Munch ha costruito intorno a sé un muro che lo divide dal resto del mondo, la sua detenzione non è solo fisica ma anche soprattutto psicologica. Diamo un senso alla vita di questo cane, perché per ora la vita di Munch non ha un senso! Non possiamo permettere che muoia senza aver provato un solo attimo di gioia!
Munch è di taglia grande, recentemente castrato, e si trova a Brescia. Per informazioni: info@angelinellombra.com - www.angelinellombra.com

2 commenti:

jimmy 2 luglio 2010 21:32  

Stasera ho letto una bellissima notizia su Munch

Non è ancora stato adottato ,ma la forza con cui ho pensato a lui in questi mesi , anche quando non ci pensavo per niente ,perché ero impegnata in tutte altre cose ,ma lui era sempre lì col suo smarrimento e il suo dolore ,la forza con cui ho pensato a lui , spero a qualcosa sia servita e gli servirà ancora per una sicura adozione .Avrei fatto qualsiasi cosa per poterlo adottare ,ma non ho spazio materiale ,finche non avrò cambiato casa, come spero avvenga presto ,e in questo spazio c'è già un altro cane anziano che è rinato con me ,dopo 6 anni di reclusione serrata .
Un cane anziano si adotta non per il gusto di avere un cane ,ma per permettere ad una creatura dimenticata da tutti ,di rinascere fuori dalle sbarre ,anche se questa rinascita durerà solo per poco tempo e vi garantisco che la soddisfazione di questa rinascita è grande

Antebar 2 luglio 2010 23:02  

Mi auguro con tutto il cuore che anche Munch abbia presto l'opportunità di rinascere oltre quelle sbarre e possa conoscere qualcosa di bello e duraturo. Lo merita lui e lo meriterebbero tutti gli altri.

Io ho da poco con me un anzianetto 17enne che qualche criminale aveva gettato via a gennaio e, dopo averlo visto in canile, guardarlo mentre dorme sereno nel suo angolino non ha prezzo :-)

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP