[ADOTTATO] POLDO, dolce tripode dal passato sfortunato

>> giovedì 30 dicembre 2010

CUNEO
Risulta adottato!
Della passata storia di Poldo conosciamo a dir poco nulla, trovato sul ciglio di una strada nei pressi di Caserta circa otto mesi fa, ferito, probabilmente investito da un’automobile; ha sia il femore e la spalla destri fratturati. La signora che lo soccorre lo porta da un veterinario (se così possiamo chiamare un individuo che non sappiamo con quale criterio cerca di “aggiustare” il femore di Poldo inserendovi un chiodo lungo il doppio del necessario che va a lesionare irreparabilmente il nervo sciatico, compromettendo così per sempre il movimento dell’articolazione). La frattura della spalla non viene curata saldandosi in malo modo e compromettendo così irreparabilmente l’arto anteriore.
La signora che fino a quel momento si era presa cura di Poldo non può più tenerlo in casa avendo già altri cani e Poldo va così a stare in canile dove gli viene dato cibo e ricovero. Egli però è in una situazione difficile, ha bisogno urgente di cure e tramite un tam tam di aiuti approda alla San Francesco d’Assisi; viene visitato da un veterinario specializzato in ortopedia, gli vengono fatte delle lastre e da queste ultime si scoprirà che il piccolo Poldo ha l’intero corpo martoriato da pallini di piombo frutto sicuramente di una o più fucilate. Nonostante tutto, Poldo un mese fa è stato operato per asportare il chiodo dalla zampa posteriore che gli causava parecchio dolore; purtroppo è stato necessario amputare la zampa anteriore, oramai irreparabilmente compromessa, e dovrà invece convivere per tutta la vita con la quantità di piombo che si trova nel suo organismo. Solo adesso Poldo si sta riprendendo dall’operazione, grazie ai ricostituenti e a una dieta ricca di proteine ha ripreso le forze e la voglia di muoversi; immaginate la sua vita passata ricca solo di dolore, sofferenza e abbandono, eppure nonostante tutto Poldo ha un carattere e una gioia di vivere veramente fuori della norma, che puoi riscontrare nel profondo dei suoi occhi color nocciola; ama stare con i suoi simili, non ha timore dell’uomo, gli piacciono i bambini e soprattutto adora le coccole rannicchiandosi fra le gambe delle persone per prendersi un sacco di carezze sulla testa. Poldo, però, ci chiede ancora una cosa e noi non possiamo negargliela: “una casa e una famiglia”con cui poter vivere. Purtroppo le ferite sul suo corpo sono importanti ma non gli impediscono di correre, giocare fare passeggiate; ha solo bisogno di riposarsi di frequente e può tranquillamente vivere in appartamento o in una casa con giardino, con altri animali o con bambini. Un ultimo tam tam per aiutare Poldo a trovare casa e poi... potremo veramente gioire con lui.
Poldo ha circa 8 anni e si trova a Castelletto Stura (CN); per un'adozione seria lo si affida ovunque purché ci sia disponibilità a controlli post affido.

1 commenti:

Anonimo 31 dicembre 2010 08:57  

Buon Anno a tutti! Che sia un anno di serenità e salute, ma soprattutto di più responsabilità verso questi nostri amici quattrozampe. Che sia un anno di meno abbandoni e più adozioni. Che sia un anno di fedeltà nostra verso i cani, perchè a loro non bisogna insegnarla. Un anno di meno dolore e più amore. Questo auguro a tutti e in particolare a te, Barbara, un bacio grande per la persona che sei! Auguri Chiara, per la realizzazione del tuo sogno! Grazie, care ragazze, per l'amore che ci insegnate! Torni a voi, centuplicato! AUGURI. Laura

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP