DISPERATA senza GIGIO morirà di crepacuore!

>> giovedì 23 luglio 2009

L'AQUILA
Clicca sulle foto per vederle meglio!
Appello aggiornato a dicembre 2009: Avevo già scritto di lei, questa povera "Disperata", timida, paurosa, indifesa e sempre triste. È stata prelevata da un paese vicino L'Aquila, durante il periodo nero del terremoto: il suo padrone si era liberato di lei perchè malata. Il test Leishmania è risultato positivo, ma da subito Disperata ha reagito molto bene alle cure. Era stata messa insieme ad un altro "sfigato" senza pelo che, però, non è malato, ha solo problemi ormonali. Un giorno, Disperata, impaurita dai modi bruschi di un operatore, è scappata, ma, il giorno dopo è tornata per "disperazione". Disperata è un fantasma: non si vede, non si sente, non abbaia, non si lamenta. Ti guarda solo con degli occhi in cui, anche i più duri di cuore, si perderebbero. Due grandi occhi malinconici con cui comunica la sua fiducia per noi, che ci occupiamo di lei con tanto amore.
Disperata, da subito, si è legata al suo compagno di box, Gigio. Il 10 agosto, è venuta al canile una delle "animaliste" della nostra città e ha riconosciuto il cane come un cane randagio che curava da circa 8 anni. Ci ha detto che stava costruendo un recinto e che a settembre avrebbe preso sia lui che Disperata, dalla quale non voleva separarlo, accettando la sua malattia. Quel giorno ne è scaturita una lite anche con il veterinario intenzionato a mandare in canile entrambi. Dal 10 agosto siamo arrivati al 10 dicembre e l'abbiamo contattata, almeno per sapere qualcosa, e ci ha detto che stava completando il famoso recinto, ma che avrebbe preso solo Gigio perchè non se la sentiva di mettere a repentaglio la salute dello stesso (che vive cuore a cuore con Disperata in una cabina telefonica da otto mesi) e di un altro cane che, nel frattempo, aveva raccolto. Disperata, invece, l'avrebbe raccomandata al responsabile del rifugio, suo grande amico. Premesso che tale rifugio è un buon rifugio, Disperata dentro un qualunque canile, con centinaia di cani, morirebbe di paura e, senza Gigio, di crepacuore. Separarli significa farla soccombere... lei vecchia, sensibile e malata che non chiede nulla alla vita e che non ha ricevuto nulla dalla vita solo tante umiliazioni e sofferenze. Per questo vi chiedo la pietà di aiutarmi a trovare un posto dove possano vivere entrambi.
Gigio e Disperata non hanno grosse pretese, a loro piace tanto mangiare e uscire un paio di ore al giorno. Per il resto sono buonissimi. Per favore aiutateci. Per informazioni: Elvira 393.3567046 - Fabiana 347.0810209 - www.piccoliamicigrandiamori.blogspot.com

0 commenti:

Blogger templates made by AllBlogTools.com

Back to TOP